lunedì 31 marzo 2014

Cattivo Gusto Ludico. Tutti i tentativi delle case produttrici di inImicarti un Dio

Ok a discapito delle apparenze non voglio parlare degli amanti di Monopoli e Trivial Pursuit.
In questo primo post di protesta a Giochi Guidati vorrei parlare di politiche commerciali non proprio brillanti a mio modo di vedere.
Per non incorrere in eventuali problemi legali, visto che ho intenzione di citare tutti i nomi, mi auguro in un numero ridotto di lettori e che questi ultimi non siano i diretti interessati.
Per iniziare vorrei parlare di Krostmaster Arena e  gli altri giochi che come amo chiamarli io sono pay to win. Il problema di Krostmaster arena, gioco che io apprezzo nelle meccaniche e ovviamente nei materiali, è la sua politica delle espansioni a scatola chiusa. Adesso lo so che ci sono giochi che vanno avanti da una vita con questa politica, ma vediamo le differenze ad esempio con magic (per citare il più famoso):
1) il numero di personaggi: in krostmaster arena ci sono 34 personaggi e considerando che nella scatola base ce ne sono 8 ne rimangono "solo" 26 di nuovi. Quindi se acquisto una scatoletta di espansione ho una possibilità di 8/34 di trovare un doppione (considerando che alcune miniature sono rare la mia percentuale è molto più alta nella realtà) con una percentuale INIZIALE del 23% di trovare un doppione (credo che nella realtà si attesti intorno al 30%). Ovviamente ad ogni statuetta nuova posseduta la possibilità di doppioni si alza notevolmente.
2) il numero di statuette in ogni pacco di espansione. Se è vero che anche in magic posso trovare dei doppioni (e qui la percentuale è molto più bassa, ve lo garantisco) va detto che in una bustina ci sono 15 carte e la probabilità di trovarle tutte doppie soprattutto ai primi acquisti sono infinitesimali. La probabilità di trovare la statuetta doppia invece equivale a quanto postato al punto 1.
Krosmaster: Arena - Nox (ENG)3) il prezzo. Non dico che 5 euro per una statuetta siano troppi ma sono troppi se la statuetta la devo prendere a scatola chiusa. Se spendessi 5 € per una statuetta a scelta vorrebbe dire che l'intero gioco mi verrebbe a costare (40€ per il set base + 5€ x 26 statuette) 170 € che non sono bruscolini e che sono un prezzo assolutamente commisurato ai materiali. E' meglio che non provi nemmeno a calcolare il costo approssimativo del gioco completo comprando a scatola chiusa... Riprova ne è il valore delle statuette vendute singolarmente che arriva anche a 30€ (prezzo assolutamente folle ma presente in molti negozi online).
4) pay to win. sono i giochi nei quali chi spende di più vince. Non c'è nulla di sbagliato in questo, ma francamente non li sopporto. Questo nasce da un non perfetto bilanciamento delle statuette dove alcune (nox ad esempio) sono più forti o meno counterabili di altre e per questo diventano dei must have. Questo porta alla lunga ad avere dei team più forti contro i quali non si hanno chance di vincere (a parità di skill).

Cambiando argomento vorrei parlare di tutti quei giochi che cambiano il layout grafico in modo da rendere incompatibili le versioni.
Adesso vorrei sapere per quale pazzo (chi si diletta con le rime può sostituire la parola con una a suo piacimento) di motivo la nuova versione di pandemia ha il retro delle carte con una grafica diversa che rende incompatibili le espansioni con il gioco base originale. Io capisco il restyle grafico ma le carte lasciatele uguali cosi che il gioco risulti comunque compatibile!!!!, xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx (chi mi scrive l'esatta frase censurata vince una copia di pandemia vecchia con la prima espansione della nuova edizione)  (p.s.ho citato pandemia ma potrei dire speed jungle o tanti altri).



Continuando con l'escalation di genialità vorrei parlare delle scatole dei giochi... ci sono alcune cose che a volte mi sembrano così assurde da farmi venir voglia di conoscere i responsabili delle scelte in questione per potergli stringere la mano. Nell'ordine sono:
1) scatole mastodontiche.... Se voglio stivare aria posso farlo anche senza il vostro aiuto (basta unire una donna e le scatole dell'ikea...) perchè create delle scatole gigantesche per stivare un mazzo di 100 carte?? e perchè (di solito è così) mi fate pagare la suddetta aria come se fosse un bene raro?? (la lista è smisurata ma menzione d'onore va a Castle dice, dixit e android netrunner).
2) scatole con  inserti a caso... io ho adorato il tetris ma se avessi voglia di giocarci accenderei il pc!! perchè fate delle scatole con inserti che non riescono a contenere tutti i pezzi?? e non parlo solo di quei giochi che non riescono a contenere le carte una volta imbustate ma anche di giochi che non riescono a contenere nemmeno i pezzi "originali". (la scatola base di Quarriors,  Nawajo Wars ecc. ecc.)
3)quelle con appositi spazi per i componenti (che non possono entrare nella scatola in nessun altro modo) ma che non prevedono alcun blocco e quindi se metti la scatola in verticale hai la certezza matematica di ritrovare il tutto mischiato (Krostmaster vince la seconda nomination).

Parliamo ora delle pubblicazioni con errori... non mi interessa se poi mi spedite a casa il materiale corretto... ma come è possibile che non vi siate resi conto che in un gioco come Mage knight 2 delle 4 carte uniche degli eroi non erano corrette???

Continuiamo con le correzioni ai giochi fatte nelle espansioni... ma maremma santa perchè non vi rendete conto in tempo che un gioco non è bilanciato (non conoscete il play testing)... perchè devo comprare l'espansione per avere le carte del set base bilanciate (vedi Seasons)?

Infine vorrei parlare delle case produttrici che hanno il traduttore di google a libro paga... se decidete di fare  una versione italiana di un gioco (che paghiamo in media il 20-30% in più della versione originale) com'è possibile che traducete i materiali e i regolamenti con google? è possibile che nessuno rilegga il materiale prima di andare in produzione?? (uno su tutti vorrei che tutti leggessero il manuale di Naufragos per sapere come non italianizzare un titolo, ma anche qui la lista è purtroppo estremamente lunga).

Nessun commento:

Posta un commento