Rajas of the Ganges - Dadi, dadi, DADI!

Rajas of the Ganges

2-4 Giocatori
45-75 min.
Età consigliata: 12+
Weight: ---/ 5
  Designers: 
- Markus e Inka Brand (Village, Exit)

  Publisher:
- HUCH!

  Categoria
- Dadi
- Economico
- Costruzione del territorio

 Meccaniche
- Piazzamento Lavoratori
- Tiro di Dadi

 Probabile prezzo
- 45,00 €

 Regolamento 
  Idea di Gioco
- Siamo governatori di una provincia indiana e dobbiamo svilupparla in modo da diventare ricchi e famosi (piazzare tessere alla carcassone sulla nostra plancetta, facendo attenzione a collegare le strade fra loro il più possibile). Posso farlo eseguendo uno di queste 4 azioni: 

  1. piazzo tessere (azione "cava"), 
  2. guadagno soldi (azione "mercato"), 
  3. avanzo sul tracciato fiume e prendere vari bonus a seconda di dove mi fermo (azione "porto fluviale"),
  4. modifico i miei dadi ed eseguo altre azioni interagendo con il palazzo del Grande Mogul (gruppo di azioni "palazzo").

I dadi sono il motore del gioco, ci sono 4 diversi colori, ogni colore è associato a determinate azioni (esistono però anche azioni che posso fare con qualsiasi dado), moltissimi spazi azioni mi consentono di prendere nuovi dadi (e, conseguentemente, tirarli), cambiare il colore dei dadi (e, conseguentemente, tirare i dadi che ottengo). 
Anche il valore del dado è importante, più il valore è alto, maggiore flessibilità avrò nelle mie azioni (tranne sul fiume, dove si possono usare solo dadi dal valore 1-2-3) e per alcune azioni "palazzo" in cui ho bisogno del valore esatto del dado.
I dadi mi servono per fare praticamente ogni cosa, e nel corso della partita anche il più accanito american potrà essere soddisfatto della quantità di dadi lanciata. Posso avere in mano (o, meglio, nelle mani della plancietta "Kalì") un massimo di 10 dadi (8 nella versione avanzata).

 Cosa mi incuriosisce (N) e Cosa mi rende dubbioso (S)


N Esistono due tracciati sul bordo del tabellone, uno per la fama e uno per le monete, questi due tracciato viaggiano uno in senso orario e l'altro in senso antiorario. La fine partita arriva nel momento in cui il segnalino sul tracciato monete tocca o supera quello sul tracciato fama. Ogni casella del tracciato fama corrisponde a due caselle del tracciato monete. Potrebbe crearsi un'interessante spinta a valutare se e quando spendere monete. Se puntare a diventare molto ricchi e poco famosi, puntare molto sul tracciato fama, oppure cercare una combinazione dei due percorsi. Idea interessante.

N Alcune trovate grafiche sono interessanti, il modo in cui si piazzano le tessere sulla plancia è intrigante (devo cercare di collegare i bordi della mia provincia con il mio palazzo, per guadagnare dei bonus). Allo stesso modo la plancetta per i dadi è visivamente accattivante, con le mani della dea Kali che reggono un dado ognuna.

N Tempo di gioco contenuto, in meno di un'ora fai la partità.

S La quantità enorme di dadi rischia di far impazzire un purista dei german come me.

S Il fattore Alea è presente e potrebbe dare fastidio.

 Alcune immagini del gioco:





 Voto in base alla sola lettura del regolamento di Aku : 5,5
Il tempo di gioco contenuto avvicina alla sufficienza questo gioco. Per il resto un piazzamento lavoratori molto leggero e basilare, con scelte grafiche che passano dal molto bello al pacchiano. Si tira una quantità notevole di dadi, il che mi infastidisce.
Non lo porterò a casa ma potrebbe essere una scelta decente come gioco di seconda serata.

Commenti